Stefano Staffa Architettura e Design | CHIESA DI SAN LORENZO – CAPOCAVALLO

CHIESA DI SAN LORENZO – CAPOCAVALLO

Capocavallo – Corciano – Umbria – Italia

Le prime testimonianze della chiesa di Capocavallo assieme alla casa parrocchiale ed alla casa di civile abitazione sono risalenti alla metà del 1600 ciò è confermato da una nota arcivescovile del 1665 supportata da un dipinto su tela (archivio parrocchiale) “un gonfalone” presenta una raffigurazione con Madonna e Santi e l’immagine di Capocavallo nella quale è rappresentata la vecchia Chiesa e delle costruzioni intorno ad essa che corrispondevano alla casa parrocchiale ed annessi. Nel corso del XVIII secolo fu costruita un’altra chiesa e l’attuale canonica. Questa costruzione è rappresentata in un nuovo “gonfalone” realizzato nel 1925. L’attuale chiesa parrocchiale di Capocavallo , intitolata a San Lorenzo è un manufatto architettonico realizzato nel 1929. sul sedime parziale dell’antica chiesa parrocchiale che venne demolita per ragioni statiche sempre nel 1929. L’attuale impianto della chiesa è a figura quadrata di ml. 15 x ml. 15 con una navata principale e due minori laterali. l’intero complesso è racchiuso tra i fabbricati parrocchiali e gli antichi muri medioevali. La navata centrale è scandita da tre campate, coperte con volte a crociera con costoni, nelle murature longitudinali si aprono sei finestre. Le navate minori laterali sono coperte con crociere senza costolature, l’abside è coperto da volta sferica. A seguito del sisma del 1997 la chiesa ha subito fessurazioni tali da far emettere ordinanza di inagibilità. Le lesioni hanno interessato le volte a crociera, le teste dei primi tre archi e le costolonature della crociera centrale. Le fessurazioni hanno interessato anche le murature verticali in prossimità dell’attacco della copertura. Il tetto ha subito lo scorrimento del manto di copertura. Il progetto ha previsto ed è stato realizzato un cordolo metallico perimetrale esterno alle murature(reversibile),fissato alle pareti mediante perfori armati, e collegato alle capriate. Si sono sostituite le tavelline in laterizio al di sopra dell’orditura degli arcarecci, con un tavolato in legno inchiodato ai correnti così da realizzare un miglior controventamento laterale delle strutture ligne di copertura. La volta è stata consolidata all’estradosso con fibre armate costituite da fasce di tessuto con applicazione di resina adesiva consolidante ad alta penetrazione.
La canonica posta a sinistra della chiesa, di forma quadrangolare mostrava lesioni nelle murature portanti, negli appoggi delle travi e dei relativi orizzontamenti ( solai ) e negli architravi di porte e finestre. La struttura del tetto mostrava avvallamenti dovuti a cedimenti degli appoggi di alcune travi, con sconnessione del manto di copertura e cedimenti delle gronde. Gli stessi cedimenti e lesioni si sono riscontrate sull’abitazione. Il progetto prevede, oltre il consolidamento delle strutture, dei solai, dei tetti, interventi di scuci-cuci e, in parte, la sostituzione dell’orditura principale e secondaria lesionata.
Gli intonaci sono stati realizzati a tre strati a base di grassello di calce, gli esterni in tinta e gli interni tinteggiati a latte di calce.

Anno 2000-2001

Progettazione e D.L.

Stefano Staffa Architettura Design
Arch. Stefano Staffa

Collaborazioni

Strutture: Ing. Andrea Vagnetti – Colle Umberto – Perugia

Costruzione

Costruttore: Marinelli Giuseppe – Via Petrarca – Perugia
Spaccia S.r.l. – Perugia
Committenza: Arcidiocesi di Perugia Città della Pieve – Parrocchia di Capocavallo